• Luca Effe

Tarte Tatin alle pesche e rosmarino: la variante estiva del dolce francese da brunch

Aggiornato il: 27 giu 2019

Buona come l'originale e più autunnale torta di mele e cannella, ma con tutto il sapore delle succose pesche di stagione. Scoprite qui come farla (e ribaltarla) al meglio

Tarte Tatin alle pesche - Buon Brunch

Un vero amante dei dolci lo sa: la tarte tatin è un viaggio pazzesco! Perché coniuga tre cose buone anche singolarmente - la pasta brisé, il caramello e le mele cotte (qui sostituite dalle pesche) - alla genuinità delle preparazioni classiche, con pochi ingredienti di stagione. Per fare questa variante estiva della ricetta originale con mele e cannella ho optato per la varietà di pesche gialle, sostituibile con un'altra a piacere (come la nettarina o la percocca; meno indicata la pesca tabacchiera per via della sua forma appiattita) e aromatizzato il tutto con qualche gambo fresco di rosmarino. Il risultato è una tarte bassa e profumata dall'aspetto rustico e la consistenza morbida. Per farla vi occorre una padella dal manico removibile, che tuttavia potete sostituire con una più classica tortiera da 24 cm (ma la prima tollera e trattiene il calore a maggiori temperature, il che la rende la migliore per caramellizzare la frutta). Facile, non vi sembra? Canzone consigliata: Fiori rosa fiori di pesco - Mina






Ingredienti (per la pasta):

  • 125 gr di farina 0

  • 125 gr di burro freddo a cubetti

  • 1 cucchiaio da tavola di zucchero

  • 1 pizzico di sale

  • 1 tuorlo d'uovo

  • 1 cucchiaio di succo di limone


Ingredienti (per la farcia):

  • 6 pesche gialle (mediamente mature)

  • 140 g di zucchero semolato

  • 40 g di burro

  • 4/5 rametti di rosmarino









Procedimento:

  1. In una ciotola setaccia la farina, mescolandola con lo zucchero e il sale.

  2. Aggiungi il burro (freddo di frigo) a cubetti e mescola gli ingredienti con la punta delle dita - o azionando un mixer con piccoli "colpetti" intermittenti! - fino ad ottenere una consistenza friabile, simile a quella delle briciole.

  3. In un'altra ciotola, sbatti con una forchetta il tuorlo d'uovo e il succo di limone.

  4. Unisci al resto degli ingredienti e forma una palla. Se l'impasto è troppo secco aggiungi un cucchiaino o due d'acqua ghiacciata.

  5. Avvolgi quindi nella pellicola e riponi in frigo per almeno mezz'ora.

  6. Nel mentre scalda lo zucchero in una padella antiaderente, agitandola di tanto in tanto fino a farlo caramellare (occorreranno circa 5 minuti). Aggiungi burro e rosmarino e cotinua a mescolare il fondo.

  7. Togli dal fuoco e - prestando la massima attenzione a non bruciarti! - disponi sul fondo della padella le pesche (precedentemente denocciolate e tagliate a metà) con la pelle rivolta verso il basso.

  8. Togli dal frigo la pasta, stendila e con un matterello infarinato e posiziona il disco ottenuto (leggermente più grande della padella) sulle pesche.

  9. Fai l'orlo all'impasto, rigirandolo verso l'interno, rimuovi il manico della padella (o opta per una teglia da forno classica) e inforna (nel forno preriscaldato a 220°) per 20 minuti, quindi abbassa a 180° per i restanti 10.

  10. Sforna e ribalta su un piatto di portata (leggermente più grande della padella), finché il dolce è ancora caldo, prestando la massima attenzione a non scottarti: usando due guanti da forno o un paio di panni inumiditi, appoggia un piatto capovolto al centro della padella, quindi rovesciala con un giro veloce e deciso.

  11. Gusta calda (ma è buonissima anche a temperatura ambiente) eventualmente accompagnata da gelato alla panna o crema alla vaniglia!


HASHTAG: #tartetatin #tartetatinpesche #ricettapesche #ricettabrunch #buonbrunch

64 visualizzazioni

ricette

buone

PER BELLA GENTE