• Luca Effe

Scotch Eggs: la ricetta delle uova alla scozzese

Aggiornato il: mar 11

Prendete delle uova bollite e racchiudetele tipo matrioska in un primo guscio di carne trita e in un secondo di panatura. Otterrete lo snack più apprezzato (e appallottolato) da Glasgow a Edimburgo

Scotch Eggs - Buon Brunch

Ho scoperto questa ricetta un annetto fa, salivando alla sola idea di addentare uova ingabbiate in uno spesso strato di carne e fritte in un biondissimo guscio di pangrattato. Dopodiché, riproducendole a casa, è stato amore a prima panatura!

Consumate spesso come antipasto, le Scotch Eggs o "uova alla scozzese" - un tempo note come Scorch Eggs (cioè "uova bruciate", perché cotte a fuoco vivo) - hanno una storia lontana e squisitamente inglese: sono nate nel 1738, presso il magazzino di Piccadilly Fortnum & Mason a Londra, come spuntino per i viaggiatori.

La ricetta originaria, ispirata a un piatto indiano a base di carne e uova sode e un tempo usata per accompagnare sontuosi secondi piatti, è oggi preparata nel Regno Unito per picnic o buffet a base di finger food (tanto da essersi guadagnata il soprannome di "Party Eggs"), ma è anche iconica dei brunch Made in UK.

Per prepararla si possono usare le uova di quaglia, più piccole di quelle di gallina e più facilmente gestibili, oppure le uova classiche (di medie dimensioni), come in questo caso. E poi largo alla fantasia e alla personalizzazione: c'è chi aggiunge un mezzo cucchiaino di salsa Worcestershire e chi aglio in polvere, chi preferisce i tuorli liquidi e chi le uova barzotte.

I segreti per farle al meglio? Usare carne di ottima qualità - salsiccia e macinato di bovino acquistati freschi dal macellaio - e preferire, per la panatura, il pane raffermo al pangrattato (già tritato in busta), oppure optare per i corn flakes (da sminuzzare anch'essi). E poi scegliere le erbette aromatiche migliori: salvia, timo, prezzemolo, erba cipollina, e perché no macis o noce moscata a picere.

Scoprite qui come fare questo piatto semplice e gustoso, da servire con salsa ranch o senape piccante (ma anche al naturale!) e conservabile in frigo, in un contenitore ermetico, per un paio di giorni giorni. Canzone consigliata: Liesten to the radio - The Corrs






Ingredienti (per 6 uova):


  • 6 uova medie + 2 uova sbattute (per la panatura) A TEMPERATURA AMBIENTE!

  • 1 cucchiaio di latte

  • 180 gr di salsiccia

  • 180 gr di carne macinata di bovino

  • un pizzico di sale

  • un pizzico di paprika

  • un pizzico di macis (o noce moscata)

  • un cucchiaino di senape

  • due gocce di salsa Worcester

  • erbette miste tritate qb (salvia, prezzemolo, timo, erba cipollina)

  • 50 gr di farina

  • 150 gr di pangrattato

  • olio di semi di arachide per friggere (circa 3/4 di bottiglia)









Procedimento:


  1. Prepara le uova mettendole in una casseruola con acqua fredda (che le copra di almeno 3 cm dalla superficie dell'acqua) e porta a ebollizione. Da quando parte il bollore, conta questi minuti: 5 per un uovo barzotto (come secondo tradizione scozzese), oppure 8-9 per un uovo sodo (come ho fatto io) in base al tuo gusto.

  2. Trascorso questo tempo trasferiscile in una ciotola di acqua fredda e ghiaccio per una decina di minuti (arrestandone la cottura).

  3. Prepara intanto la carne, sgranandola in una ciotola insieme al trito di erbette, il sale, pepe, la paprika, il macis o la noce moscata, un cucchiaino di senape e qualche goccia di salsa Worcester. Mescola bene il tutto con un cucchiaio di legno.

  4. Dividi la carne in 6 polpette (da circa 60 gr ciascuna) e appiattiscile sul palmo della mano (o su un foglio di pellicola di alluminio) creando uno strato sottile attorno a cui avvolgere ciascun uovo.

  5. Prepara ora la panatura: in una prima tazza metti la farina, in una seconda le due uova sbattute con una forchetta e un cucchiaio di latte, nella terza il pangrattato.

  6. Metti ogni uovo nella farina, poi nelle uova, quindi nel pangrattato. Infine ripassa nelle uova e nel pangrattato (la sequenza completa è: farina, uova, pangrattato, uova, pangrattato).

  7. Porta l'olio alla giusta temperatura (intorno ai 170°), cuocendo una o due uova per volta al massimo, per circa 5 minuti. Fai la prova-temperatura con una briciola di pane: se diventa croccante senza bruciare, è giusta!

  8. Scola con una schiumarola su un piatto rivestito di carta assorbente e servi tiepide (o conserva in frigo per 2 giorni, chiuse in un contenitore ermetico, quindi riscaldale in forno, modalità grill per qualche minuto già tagliate a metà, o nel microonde a bassa potenza).

HASHTAG: #scotcheggs #uovoscozzese #ricettabrunch #brunch #uovoallascozzese


841 visualizzazioni

ricette

buone

PER BELLA GENTE