• Luca Effe

Ricetta torta paradiso sofficissima (con fecola)

Soffice come una nuvola e farcibile a piacere con creme o marmellate - ma buonissima anche da sola - la torta paradiso è il dolce perfetto per un brunch all’italiana o una merenda da inzuppo!


Torta Paradiso - Buon Brunch

Ho rinvenuto la ricetta di questa torta sofficissima dalle pagine di una vecchia rubrica telefonica appartenuta a mia nonna: proprio lì lei, la mitica Rina (da me e mio fratello ribattezzata “Reynolds”!), era solita appuntare i suoi cavalli di battaglia e i piatti condivisi con le amiche nel corso di lunghe telefonate in dialetto, fra dolci memorie e madonne impronunciabili.

Usava prepararlo, questo dolce della tradizione italiana (originario della cucina mantovana e pavese ma diffusosi a macchia d'olio - pardon: di burro - in tutto lo stivale), il venerdì sera, in occasione del pranzo del sabato.

Perché è una di quelle torte che mettono d’accordo tutti, grandi e piccoli, e che si possono preparare in anticipo, restando morbida per giorni. Si fa con pochi ingredienti, cuoce in appena mezz’ora, ed è buona da sola o farcita con crema. Pratica e disadorna come chi me l’ha tramandata!

Alla ricetta originale, di cui riporto la foto, ho aggiunto un limone grattugiato e la vanillina. Oltre a una raccomandazione preparatoria: quella di estrarre le uova ed il burro dal frigo con una mezz'oretta di anticipo, per lavorare gli ingredienti a temperatura ambiente. La farina? Non serve, basta la fecola di patate (sostituibile a piacere con amido di riso o di frumento). Canzone consigliata, amatissima dalla mia nonnina: Tracce di te - Francesco Renga


COSA TI OCCORRE

Ingredienti:

  • 300 gr di fecola di patate

  • 300 gr di zucchero

  • 3 uova grandi a temperatura ambiente (oppure 4 uova medie)

  • 150 gr di burro (fuori frigo)

  • 1 bustina di lievito per dolci

  • 1 pizzico di sale

  • la scorza grattugiata di un limone

  • una bustina di vanillina

  • zucchero a velo qb per spolverizzare

COSA DEVI FARE

Procedimento:

  1. Separa in due ciotole i tuorli e gli albumi.

  2. Monta i rossi d’uovo con lo zucchero, poi unisci il burro ammorbidito, la fecola e il lievito, continuando a montare con le fruste e amalgamando infine il tutto con un cucchiaio.

  3. Monta le chiare a neve ferma e uniscile al composto, mescolando dal basso verso l’alto per incorporarle (senza smontarle).

  4. Imburra una tortiera con cerniera apribile (io ne ho usata una piccola, da 20 cm di diametro e 10 di altezza, per ottenere una torta paradiso alta, ma va benissimo anche quella tradizionale da 22 o 24 cm) e rivestila di carta forno sul fondo e nei bordi.

  5. Versarci l’impasto, livellalo con un cucchiaio ed inforna nel ripiano centrale del forno ventilato preriscaldato a 180° per una mezz’ora/quaranta minuti.

  6. Sforna il dolce, lascia freddare qualche minuto, rimuovi lo stampo e spolverizza di zucchero a velo. Servi la torta paradiso a temperatura ambiente, da sola o farcita con creme o marmellate a piacere.

ricette

buone

PER BELLA GENTE