• Luca Effe

Crêpe Suzette: ricetta originale (e storia del piatto)

Aggiornato il: mag 12

«Les crêpes sont toujours une bonne idée», dicono in Francia. E questa versione "flambata" in padella, con liquore e succo d'arancia, è forse la più famosa e fortunata. Scoprite qui come farla


crepe suzette storia ricetta facile
Crêpe Suzette - Buon Brunch

Ho assaggiato per la prima volta una crêpe francese durante l'immancabile viaggio a Parigi in età adolescenziale, correva l'estate del 95, dal classico venditore con carrellino cigolante dal tettuccio a righe pastello (che chissà se sono ancora ammessi, sui campi elisi, quei baracchini lì!).

Lo ricordo bene: presi una "crêpe au sucre" confermando che il mio per i dolci sì, sarebbe stato un rapporto longevo. Affogata in una luccicante salsa a base di zucchero e limone, quella crêpe era perfetta nella sua semplicità, così sottile e sciropposa che nemmeno il coltello di plastica incontrava resistenza nel tagliarla.

Da allora non ho mai smesso di consumare crêpe dolci e salate (queste ultime note come "galette" bretoni e preparate con farina di grano saraceno anziché normale farina di frumento), scoprendo che

una delle più celebri versioni - la crêpe Suzette - sebbene associata alla grandeur parigina porta la targa del Principato di Monaco: pare infatti, secondo la più accreditata fra le ipotesi sulla sua chiacchierata origine, che questo dessert sia stato creato nel 1895 nel Café de Paris di Monte Carlo.

Fu lì, in occasione di una cena in onore del Principe di Galles, Edoardo VII futuro Re d'Inghilterra, che un giovane e intraprendente cameriere, Henri Charpentier, intento a completare una semplice crêpe au Grand Marnier, finì per bruciacchiare il piatto su uno scaldavivande, decidendo di servirlo ugualmente: lo zucchero, infatti, si era piacevolmente caramellato, creando una squisita salsa col succo d'arancia e il liquore (a raccontarlo è lui stesso in un'autobiografia del 1934, Life a la Henri: Being the Memories of Henri Charpentier).

Il regnante, deliziato, ribattezzò "Suzette" questa inedita preparazione, in onora di una giovane commensale seduta al suo tavolo.

La ricetta delle crêpe Suzette figura pertanto fra quelle nate "per sbaglio" - come la ganache o la tarte tatine, tutte curiosamente francesi! - e a caratterizzarla è la così detta "beurre Suzette", ossia la salsa zuccherina a base di succo d'arancia o mandarino (o di un misto di entrambi) con aggiunta di scorzetta grattugiata di agrumi e Grand Marnier (in cui le crêpe vengono imbevute una volta cotte).

E' un piatto semplice, scolastico, ma di grande effetto. Sopratutto se "fiammeggiato" ad arte: per farlo falmbè occorre scaldare il liquore in un pentolino a parte e versarlo, in ultimo, sulle crêpe in padella. Occhio però a togliere il tegame dal fuoco, nel momento dell'aggiunta dell'alcool, e a chiuderlo velocemente con un coperchio, per evitare di scomodare i vigili del fuoco!

Scoprite qui come realizzare in pochi semplici passaggi una crêpe Suzette degna di un petit-déjeuner à la française. Ricordando che le crêpe non sono solo dolci buonissimi, ma anche simboli di buon auspicio: secondo il mito, infatti, chi esprime un desiderio cuocendole con la mano destra - e stringendo una moneta d'oro nel pugno sinistro - lo vedrà realizzato in fetta! Noi, nel dubbio, spadelliamo. Canzone consigliata: Strange - Grace Jones

COSA TI OCCORRE

Ingredienti (per le crepes):

  • 250 ml di latte intero

  • 125 gr di farina "00"

  • 2 uova intere

  • 30 gr di burro sciolto

  • 1 cucchiaio di zucchero

  • 1 pizzico di sale


Ingredienti (per la salsa):

  • 150 ml Grand Marnier o Cognac

  • 2 arance bio

  • 100 gr di zucchero semolato

  • 80 gr di burro


COSA DEVI FARE


Procedimento:

  1. In una ciotola capiente setaccia la farina e forma una fontana.

  2. Al suo interno rompi le uova e amalgama con un cucchiaio, cominciando dal centro.

  3. Incorpora il latte filo, a poco a poco, lavorando la pastella per qualche minuto, finché non risulta liscia.

  4. Aggiungi 30 gr di burro fuso e freddato, lo zucchero e il sale e continua a mescolare.

  5. Copri il tutto con la pellicola trasparente e fai riposare in frigo per un'ora.

  6. Ungi la crepiere (o una semplice padella antiaderente) con una noce di burro, rimuovendo quello in eccesso con un foglio di carta assorbente.

  7. Scalda la padella per 5 minuti e versaci sopra un mestolo di pastella, ruotando il polso per distribuirla uniformemente e coprire il fondo.

  8. Dopo circa 30 secondi stacca i bordi con una spatola di legno o di silicone.

  9. Quando si formano le prime bollicine e i lati cominciano ad asciugarsi, agguanta un il bordo della crepe fra l'indice il pollice e, aiutandoti con la spatola, giralala sull'altro lato per poco tempo: deve diventare leggermente dorata ma rimanere morbida.

  10. Ripeti l'operazione con la restante pastella.

  11. Per preparare la salsa grattugia le arance e metti da parte la scorza, quindi spremi il succo in un bicchiere.

  12. In una padella metti a sciogliere il burro e lo zucchero a fuoco medio.

  13. Quando comincia a scurirsi, aggiungi il succo d'arancia e continua la cottura finché lo zucchero non è del tutto liquefatto, mescolando di tanto in tanto.

  14. Aggiungi quindi 1/3 del liquore (scaldato a parte in un recipiente o nel microonde) e le scorzette dell'agrume, continuando la cottura.

  15. Disponi le crêpe, piegate a triangolo, nel tegame, immergendole nella salsa Suzette e fiammeggiandole col liquore rimasto (per farle alza il fuoco da medio ad alto). In alternativa puoi preparare la salsa a parte e versarla sulle crêpe adagiate su una teglia da forno, scaldando il tutto per un quarto d'ora a 150°.

  16. Servi subito, aggiungendo un cucchiaio di salsa Suzette su ogni piatto e spolverizzando con zucchero a velo. Puoi anche conservarle le crêpe in frigo per un paio di giorni.

LEGGI ANCHE:


131 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti