top of page
  • Luca Effe

6 consigli per fare ottimi biscotti al pan di zenzero

Come lavorare l'impasto, quanto osservarne il riposo e il raffreddamento, come dosare le spezie: ecco 6 consigli utili (e la video ricetta) per sfornare biscotti al pan di zenzero perfetti!


consigli biscotti pan di zenzero gingerbread
Biscotti al pan di zenzero - Buon Brunch

Come tutte le americanate legate a una precisa ricorrenza - i dolcetti stregati di Halloween, la pumpkin pie del Giorno del Ringraziamento, la torta di mele del National Apple Pie Day... - anche i biscotti al pan di zenzero sono diventati, in breve tempo, una tradizione importata.

Si è cominciato coi semplici omini stilizzati, detti "Gingerbread man", per passare alle costruzioni 3D più sceniche e complesse: oggi le casette in pan di zenzero sono vendute in tutti i supermercati, in moduli pronti da assemblare e decorare, e su Instagram l'hashtag #gingerbreadhouse ha sfondato il tetto del milione e mezzo di contenuti!

Quale che sia la forma scelta, l'impasto di questi biscotti, ambrato e deliziosamente speziato, deve presentare una consistenza precisa - croccante fuori e piuttosto morbido e friabile all'interno - oltre al giusto mix di dolce e piccante. Perché ciò accada occorre seguire alcuni semplici passaggi: scopriteli in questa breve lista di 6 consigli per sfornare biscotti al pan di zenzero perfetti (e guardate il video che segue con la ricetta spiegata passo passo!)

Postilla finale: chi volesse congelare l'impasto potrebbe refrigerarne una parte a crudo - che avvolta nella pellicola trasparente o chiusa in un contenitore ermetico si conserva fino a tre mesi - oppure mettere in freezer i biscotti già cotti: in entrambi i casi, per scongelare il pan di zenzero basterà rimuoverlo qualche ora prima dell'uso (idealmente, la notte precedente).

Postilla numero due: se non possedete le formine adatte no panic! Cliccate qui per avere le paper dolls liberamente scaricabili da ritagliare e usare come coppa pasta per i vostri gingerbread cookies. Buon biscottamento a tutti, e pan di zenzero sia!

Canzone consigliata: Jingle Bell Rock - Daryl Hall & Oates

 

LA VIDEO RICETTA DEI BISCOTTI AL PAN DI ZENZERO


 

6 CONSIGLI PER FARE OTTIMI BISCOTTI AL PAN DI ZENZERO


1) DOSA BENE LE SPEZIE


Se non usi una miscela già pronta, fai attenzione al mix di spezie (che se mal dosato potrebbe compromettere il sapore dei tuoi biscotti!). Solitamente, i gingerbread cookies prevedono una base di cannella in polvere con aggiunta di zenzero macinato, noce moscata, chiodi di garofano e cardamomo. Lo zenzero dà piccantezza: non esagerare! Il cardamomo, la cannella e i chiodi di garofano fanno Natale, vietato ometterli, mentre la noce moscata va dosata con assoluta parsimonia (così come il sale e il bicarbonato: ne basta un pizzico). La ricetta originaria prevederebbe anche il pimento, una via di mezzo fra il pepe e i chiodi di garofano (di non facile reperimento in Italia): puoi sostituirlo con una puntina (ina-ina!) di pepe nero. E mi raccomando: usa solo spezie fresche, controllando la data di scadenza dei barattoli che hai in casa e testandone l'odore e il sapore prima di unirle all'impasto! Scopri qui le dosi della mia ricetta dei biscotti di Natale!


2) NON LAVORARE TROPPO L'IMPASTO


Per evitare di sfornare biscotti eccessivamente secchi e duri, lavora l’impasto il meno possibile, quel tanto che basta a compattarlo in un panetto. Ricorda che i gingerbread cookies devono risultare croccanti all’esterno e piuttosto teneri dentro.

3) FAI RIPOSARE (2 VOLTE) IN FRIGO


Dopo avere preparato l’impasto è fondamentale farlo riposare in frigo per qualche ora, potendo una notte intera, prima di stenderlo e coppare i biscotti. Questo primo momento "al fresco" scongiurerà spiacevoli attaccamenti al matterello (o al piano di lavoro) durante la stesura, rendendo più facile lavorare il panetto. Il secondo step in frigo è suggeribile dopo avere ritagliato i biscotti, così che mantengano la forma in cottura. La regola della buona frolla, insomma, vale anche per i gingerbread cookies: più riposa, più è robusta.


4) OCCHIO AL FORNO


La presenza dello zucchero di canna al posto dello zucchero semolato tende a facilitare le bruciature: fai attenzione a non lasciare in forno i gingerbread cookies oltre il minutaggio indicato o rischi di sfornare biscotti troppo secchi e scuri. Quando cominciano a dorarsi, e i bordi ad asciugarsi, è tempo di toglierli!

5) FAI FREDDARE FUORI FRIGO


Lascia raffreddare completamente, a temperatura ambiente, i biscotti di pan di zenzero prima di decorarli, o la glassa si scioglierà mentre la applichi producendo orribili sbavature! Perfette le gratelle di raffreddamento, che lasciano svaporare il calore sopra e sotto la frolla.

6) OCCHIO ALLA GLASSA


Finché la glassa non è completamente secca, le linee decorative possono facilmente spezzarsi: maneggia i gingerbread cookies il meno possibile, in questa fase! Se vuoi arricchire la glassa con con decorazioni aggiuntive - come praline, confetti, codette, glitter alimentari - fallo prima che si secchi. Puoi lasciare neutra la glassa, del classico tono bianco neve, o addizionarla con coloranti alimentari liquidi o in pasta e con aromi artificiali o naturali (come succo e scorza di agrumi).

 

LEGGI ANCHE:


65 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page